AGGIORNATO CON ISTRUZIONI INPS CIRCOLARE 116 DEL 2-10-2020

A cura di Stefano Malavolti – Consulente del Lavoro in Firenze

L’art. 5 del Decreto Legge 111 del 8 settembre 2020 in vigore dal giorno 9 settembre 2020 ha previsto alcune misure per gestire le assenze da lavoro dei genitori in caso di quarantena obbligatoria del figlio convivente a seguito di contatti all’interno del complesso scolastico.

A CHI SI RIVOLGE = Ai genitori dipendenti

A QUALI CONDIZIONI = In caso di figli conviventi minori di 14 anni, a cui è disposta la quarantena obbligatoria dall’ASL a seguito di contatto verificatosi all’interno del plesso scolastico

COME SI GESTISCE L’ASSENZA (Le opzioni 1 (lavoro agile) e 2 (congedo al 50%) sono ALTERNATIVE tra loro)

1) Possibilità di lavorare in modalità agile = smart working Oppure, se non possibile il lavoro agile

2) Astensione dal lavoro e fruizione di un congedo straordinario con diritto a un’indennità del 50% della retribuzione a carico dell’INPS (prevista anche la copertura contributiva figurativa = a carico dello stato)

PER QUANTO TEMPO SI POSSONO BENEFICIARE LE 2 OPZIONI:– per TUTTO O PARTE il periodo di quarantena;  massimo fino al 31 dicembre 2020.

COME FARE DOMANDA

La domanda deve essere presentata all’INPS, a cura del genitore lavoratore, indicando il provvedimento di quarantena disposto dalla ASL Copia della domanda trasmessa deve essere inoltrata al datore di lavoro per la corretta gestione delle buste paga

CONGEDO COVID-19 PER QUARANTENA FIGLIO – CASISTICA E COMPATIBILITA’ CON ALTRE FATTISPECIE DI CONGEDI

Malattia

SI – un genitore può beneficiare del congedo Covid-19 per quarantena figlio nel caso in cui l’altro genitore convivente con il minore sia malato

Maternità paternità

SI – un genitore può beneficiare del congedo Covid-19 per quarantena figlio nel caso in cui l’altro genitore sia in maternità/paternità per altro figlio diverso da quello per cui è disposta la quarantena.

NO per lo stesso figlio.

SI – In caso di percezione di maternità/paternità da lavoratori autonomi o iscritti alla Gestione Separata INPS, il congedo Covid-19 per quarantena figlio può essere fruito per lo stesso figlio solo se il genitore beneficiario della maternità/paternità stia lavorando.

Lavoro agile / smart working

NO – non si può fruire del congedo Covid-19 per quarantena figlio in caso di prestazione lavorativa in smart-working o del genitore richiedente o dell’altro genitore convivente con il minore.

Ferie

SI – un genitore può beneficiare del congedo Covid-19 per quarantena figlio contemporaneamente alla fruizione di ferie da parte dell’altro genitore convivente con il minore.

Aspettativa non retribuita

SI – un genitore può beneficiare del congedo Covid-19 per quarantena figlio contemporaneamente alla fruizione di un periodo di aspettativa non retribuita da parte dell’altro genitore convivente con il minore.

Part-time e lavoro intermittente

NO – non è possibile fruire del congedo Covid-19 per quarantena figlio qualora l’altro genitore abbia attivo un rapporto di lavoro a part-time (orizzontale, verticale o misto) o un contratto intermittente nelle giornate di pausa contrattuale

Congedo Covid- 19 per quarantena figlio

NO – è incompatibile la fruizione dei giorni di congedo Covid-19 per quarantena figlio negli stessi giorni da parte di entrambi i genitori.

SI – è compatibile alternativamente in giornate diverse

Soggetti FRAGILI

SI – È possibile fruire del congedo COVID-19 per quarantena figlio qualora l’altro genitore sia un soggetto FRAGILE (circ. Ministero Lavoro e Salute n. 13 del 4-9-2020) a prescindere che stia lavorando, anche in smart-working

Permessi legge n. 104/1992 (articolo 33, commi 3 e 6)

SI – È possibile fruire del congedo COVID-19 per quarantena figlio nelle stesse giornate in cui l’altro genitore convivente con il minore stia fruendo, anche per lo stesso figlio, dei permessi cd. L.104.

Prolungamento del congedo parentale

SI – È possibile fruire del congedo COVID-19 per quarantena figlio nelle stesse giornate in cui l’altro genitore convivente con il minore stia fruendo, anche per lo stesso figlio, del prolungamento del congedo parentale, previsto dall’articolo 33, del Decreto legislativo n. 151/2001.

Congedo straordinario

SI – È possibile fruire del congedo COVID-19 per quarantena figlio nelle stesse giornate in cui l’altro genitore convivente con il minore stia fruendo, anche per lo stesso figlio, del congedo straordinario, previsto dall’articolo 42, comma 5, del Decreto legislativo n. 151/2001.

Strumenti di sostegno al reddito  in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa

NO – non è possibile fruire del congedo Covid-19 per quarantena figlio nelle stesse giornate in cui l’altro genitore convivente con il minore è sospeso dall’attività lavorativa con sostegno al reddito per cassa integrazione – disoccupazione

SI – È possibile nelle stesse giornate in cui l’altro genitore convivente è in cassa integrazione per riduzione

Inabilità e pensione di invalidità

SI – è possibile fruire del congedo Covid-19 per quarantena figlio nel caso in cui all’altro genitore convivente con il minore sia accertata una patologia invalidante tale da essere in condizione di: handicap grave legge 104/1992, inabile al 100%, titolare di pensione di inabilità.

Congedo parentale

NO – non è possibile la fruizione contemporanea del congedo Covid-19 per quarantena figlio se l’altro genitore convivente con il minore fruisce del congedo parentale per lo stesso figlio

SI – È possibile se i 2 genitori fruiscono dei permessi per figli diversi

Riposi giornalieri / allattamento

NO – non è possibile la fruizione contemporanea del congedo Covid-19 per quarantena figlio nel caso in cui l’altro genitore convivente con il minore fruisca dei riposi per allattamento per lo stesso figlio

Cessazione del rapporto di lavoro o dell’attività lavorativa

NO – non è possibile la fruizione contemporanea del congedo Covid-19 per quarantena figlio nel caso in cui l’altro genitore convivente con il minore sia disoccupato o non svolga attività lavorativa