Marcello D’Aponte , Sull’obbligo generale per il lavoratore di sottoporsi alla vaccinazione nell’ordinamento giuridico vigente

SOMMARIO: 1. Obbligo di sicurezza e tutela della salute all’epoca della pandemia – 2. Divieto di accertamenti sanitari ex art. 5, l. 20.5.1970 e dovere di collaborazione del lavoratore. – 3. Le ragioni del “si” e le ragioni del “no” alla vaccinazione tra libertà del lavoratore e (ri)organizzazione del lavoro post- pandemia nell’impresa. – 4. Le conseguenze in caso di rifiuto del lavoratore di sottoporsi alla vaccinazione. – 5. Le peculiari disposizioni per gli operatori sanitari nel d.l. 1.4.2021, n. 44 e la giurisprudenza della Corte Costituzionale e della Corte EDU come parametro di riferimento dell’obbligo di vaccinazione – 6. La copertura INAIL in caso di contrazione del virus sul posto di lavoro – 7. La legittimità del c.d. pass vaccinale nella valutazione del Garante della Privacy.