Cass. n. 14420/2019

Il valore dell’uso e della disponibilità, anche a fini personali, di una autovettura concessa contrattualmente dal datore al prestatore di lavoro come beneficio in natura, anche indipendentemente dalla sua effettiva utilizzazione, rappresenta il contenuto di una obbligazione che, ove pure non ricollegabile ad una specifica prestazione, è idonea ad essere considerata di natura retributiva, con tutte le relative conseguenze, se pattiziamente inserita nella struttura sinallagmatica del contratto di lavoro cui essa accede ( Cass. nr. 19616 del 2003; Cass. nr. 16129 del 2002; Cass. nr. 1428 del 1998; Cass. nr. 8831 del 1992; Cass. nr. 4666 del 1987; in motivazione, più di recente, Cass. nr. 8086 del 2016).